Mariyo Yagi

Artista nata a Kobe in Giappone. E’ stata insignita di molti premi, tra i quali nel 1995 il Premio per l’arte Urbana a Mauberge (Francia), il Premio per la progettazione Urbana a Toyonaka (Giappone) nel 1999, ha ricevuto inoltre il Dottorato Onorario in materie umanistiche (Università di Anaheim, Stati Uniti) nel 2003 ed il Premio per meriti Culturali della prefettura di Kyoto, 21° edizione (Giappone). Ha lavorato per Isamu Noguchi in Giappone dal 1973 al 1976.

Nei primi anni Settanta alla Biennale di Venezia incontra Carlo Scarpa che le presenta Dino Gavina. L’imprenditore bolognese rimase immediatamente affascinato dal prototipo della Garbo e iniziò la produzione.

Mariyo Yagi ha realizzato numerose opere su larga scala in città e paesi di tutto il mondo (Europa, Stati Uniti, Asia). Le sue poetiche opere d’arte sono in sintonia con il suo principio NAWA: una corda che metaforicamente connette l’Umanità (NA=”tu” e WA= “io”). Mariyo Yagi ha scoperto un suo vocabolario globale: un infinito insieme di spirali. Dal 1980 fino ad oggi, ha creato “paesaggi artistici”: piazze, giardini, fontane, opere ambientali e partecipative. Ha un’innata capacità di trasformare le comunità e gli ambienti grazie alla sua pratica artistica interattiva e non convenzionale, mostrando di sapersi muovere verso nuove idee e nuove sfide. Il suo lavoro continua ad ispirare nuove visioni e possibilità d’immaginare un mondo migliore.

Prodotti

Garbo R - Mariyo Yagi - Paradisoterrestre

Garbo R

Mariyo Yagi

Garbo Q - Mariyo Yagi - Paradisoterrestre

Garbo Q

Mariyo Yagi