• futuristic flower dianto 28 designer Giacomo Balla

Fiori Futuristi “Dianto 28”

Anno: 1918 – 1925
Prima produzione: Simongavina paradisoterrestre 2004
Materiale: Acciaio specchiato
Colori: Acciaio
Misure: L 18 cm x P 18 cm x H 28

Descrizione:

Scultura in acciaio prodotta in serie limitata di 400 pezzi, accompagnata da certificato originale firmato da eredi Balla e Dino Gavina Centro Duchamp, ogni opera riporta l’incisione del numero identificativo.
Tutto ebbe inizio nel 1968 con una lettera inviata a Dino Gavina da Luce ed Elica, figlie di Giacomo Balla, con la quale chiedono all’imprenditore bolognese di riprodurre i fiori futuristi disegnati dal padre.
I primi modelli realizzati in legno dal Centro Duchamp, hanno potuto essere riprodotti con precisione assoluta per merito della passione di Cesare Bellici e di Elio Marchegiani che portarono i cartoni originali di Giacomo Balla a Bologna e seguirono con scrupolosa attenzione il lavoro di trasposizione per il disegno tecnico indispensabile all’esecuzione.
Negli anni seguenti l’avvento delle nuove tecnologie con macchine elettroniche permette di tagliare la lamiera con estrema facilità producendo in serie materiali con una velocità inimmaginabile fino a qualche anno prima.
Questo nuovo elemento ha fatto pensare a Dino Gavina di utilizzare l’acciaio per realizzare i “Fiori” di Giacomo Balla e rendere ancora più Futuristi quei fiori che prima venivano realizzati manualmente in legno colorato.
Questo trova conferma nello stesso scritto di Balla trovato alla base di un progetto di Fiore Futurista in cartone:”Ricostruitelo con i materiali della vostra epoca”.

Richiedi informazioni
Richiedi informazioni riguardo: Fiori Futuristi “Dianto 28”